Radiante a pavimento

Impianti Radianti a pavimento

Il principio si basa sulla circolazione di acqua calda a bassa temperatura (in genere tra i 30 e i 35 °C) in un circuito chiuso, che si sviluppa coprendo una superficie radiante molto elevata. 

 

Il sistema viene realizzato inserendo un pacchetto pre-assemblato  sopra la soletta portante del pavimento; il materiale più diffuso è il polistirene espanso in lastre, lisce o con bugne per permettere il passaggio della tubazione. Al di sopra dell’isolante vengono posate le tubazioni, che vengono annegate completamente nel massetto, generalmente costituito da calcestruzzo. Infine, si ricopre il massetto con il rivestimento finale: solitamente piastrelle, ma anche parquet, linoleum, moquette, ecc.

Il passo di posa è variabile, perfino all’interno dello stesso locale: il progettista può scegliere di infittire i passi laddove è necessaria una maggiore emissione termica, cioè vicino alle pareti esterne. 

Le tubazioni in materiale plastico, in particolare quelle in PE-X, sono le più comuni: essendo flessibili e leggere, hanno una maggiore facilità di posa; esse devono essere dotate di uno strato barriera all’ossigeno, per proteggere l’impianto dalla corrosione. 

Il tuo idraulico di fiducia

Realizzazione e Manutenzione 

Impianti Tecnologici

Riqualificazione energetica

telefona al 086434637

Contatti